Home  /  Mucca   /  Cosa rende unico il nostro latte
Kalb trinkt Milch

Cosa rende unico il nostro latte

La qualità del nostro cibo dipende dal mangime degli animali. In altre parole, più erba fresca o fieno mangia una mucca, migliore è la qualità del suo latte e della sua carne (vedi anche l’articolo sul blog di agosto). L’associazione “Heumilch Schweiz” è stata fondata per garantire in futuro una produzione lattiera sostenibile e per salvaguardare l’esistenza dei piccoli produttori di latte.

I produttori di latte di fieno devono soddisfare diversi criteri: Le vacche fanno molto esercizio secondo il programma RAUS, l’alimentazione con insilati (alimenti fermentati) è vietata, almeno il 75% (o l’85% in zona montana) dell’alimentazione deve essere fatta in azienda, la percentuale di alimenti concentrati non deve superare il 10% e, non ultimo, il mantenimento dei pascoli e la gestione delle aree di biodiversità sono regolamentati al fine di promuovere la biodiversità delle piante sui pascoli. L’intera regolazione del latte di fieno si trova qui o direttamente sulla homepage.

Kühe auf der Weide

Maggiore è la percentuale di erba fresca o fieno nel mangime, più sano è l’animale e il suo latte.

Prezzi come 50 anni fa

Il latte di fieno non solo mantiene alta la qualità del latte svizzero, ma le famiglie contadine ricevono anche un prezzo del latte di 73 centesimi, notevolmente superiore a quello dei loro colleghi professionisti. L’iniziativa “fair” mira inoltre a coprire i costi del prezzo del latte. Per garantire ai consumatori svizzeri la possibilità di continuare a consumare latte fresco proveniente da aziende familiari regionali e gestibili, soggette a norme di protezione degli animali più severe che nell’UE e a vie di trasporto notevolmente più brevi, i promotori richiedono un prezzo del latte di 75 centesimi.

Il grafico che segue mostra in modo impressionante come è composto oggi il prezzo al dettaglio e in che misura i margini degli intermediari sono aumentati negli ultimi 30 anni.

Composizione del prezzo del latte (SMP)

Nel 2018, un agricoltore riceverà in media circa 55 centesimi per litro di latte, circa la stessa quantità di 50 anni fa, anche se le norme sono diventate molto più severe e nel frattempo i costi sono aumentati. Allo stesso tempo, il prezzo nel negozio quasi raddoppiato. La produzione di latte non è più una questione di copertura dei costi. Ciò si riflette anche nel numero di produttori di latte: dal 1950 il numero di produttori di latte svizzeri è sceso da 137’000 a 21’000. E’ circa l’85 per cento in meno.

Nello stesso periodo è diminuito anche il consumo di latte pro capite, passato da 230 litri nel 1950 a 70 litri nel 2010.

Stesso nome, contenuto diverso

Oltre al latte, sono sempre più numerose le alternative vegetali a base di soia, riso, avena e mandorle sugli scaffali. Anche se alcuni dei prodotti alternativi sono più di quattro volte più costosi del normale latte intero, sono anche costituiti principalmente da acqua e contengono solo il 14 per cento di riso o un massimo di 8 per cento di mandorle o 9,5 per cento di soia, come mostra un test K-Tipp. In un’intervista alla rivista specializzata Beatrice Conrad, nutrizionista, spiega che il latte intero contiene tutte le principali sostanze nutritive necessarie per il corpo umano: Carboidrati, grassi e proteine. I prodotti lattiero-caseari sono anche importanti fonti di calcio, che svolge un ruolo importante nell’attività muscolare ed è uno degli elementi costitutivi delle ossa.

Sojamilch

I sostituti del latte sono spesso molto più costosi del normale latte intero, ma hanno ingredienti molto meno sani.

Il riso e l’avena, invece, non sono paragonabili al latte intero in termini di distribuzione di cereali e di sostanze nutritive. Contengono solo tracce di proteine e almeno il doppio di carboidrati, che contengono molti zuccheri naturali. Il latte di mandorla ha una quantità di grasso simile a quella del latte intero, ma anche solo una piccola quantità di proteine. Solo il latte di soia ha quasi la stessa distribuzione di sostanze nutritive del latte intero – manca solo il calcio.

Il K-Tipp non solo ha controllato la composizione dei diversi tipi di latte, ma ha anche esaminato gli effetti dell’alimentazione sulla qualità del latte. L’analisi di laboratorio del settembre 2017 dimostra che la qualità del latte intero svizzero è generalmente molto elevata: Non sono stati riscontrati residui di antiparassitari in nessuno dei 15 prodotti. Grazie alle buone condizioni di alimentazione delle vacche da latte in Svizzera, oltre l’80 per cento degli animali trascorre la maggior parte del loro tempo all’aperto da maggio a fine ottobre.

Le differenze sono particolarmente evidenti per quanto riguarda il contenuto di vitamine e omega-3: mentre i prodotti lattiero-caseari di montagna contengono generalmente un gran numero di vitamine, il latte biologico e il latte Demeter hanno un contenuto più elevato di omega-3. Conclusione: più alta è la proporzione di diverse erbe nel foraggio grossolano e meno concentrato è l’alimento che le vacche ricevono, più preziosi saranno gli ingredienti contenuti nel latte.

Kühe am Weiden

Da maggio a fine ottobre, oltre l’80 per cento delle vacche svizzere trascorre la maggior parte del proprio tempo all’aperto.

Fatti interessati sul latte

-In estate, una mucca mangia fino a 80 chili di alimenti per i pascoli locali al giorno e dà 20-25 litri di latte.

-La conversione dell’erba in latte richiede dai due ai tre giorni.

-Sulla maggior parte del latte c’è una vacca dopo la terza lattazione (terzo vitello). Poi può essere fino a 35 litri al giorno.

-Mentre una vacca negli Stati Uniti ha dato quasi 10.000 litri di latte all’anno nel 2013, in Svizzera era “solo” 7.400 litri per animale. Questa grande differenza può essere spiegata con il fatto che negli Stati Uniti si utilizzano principalmente mangimi concentrati, il che ha effetti negativi sul latte, sulla carne, sulla salute delle vacche e sull’ambiente.

-La percentuale di vitamine A, B12 ed E nel latte UHT è praticamente identica a quella del latte pastorizzato. Il breve riscaldamento è importante affinché i germi muoiano e il latte diventi più resistente.

-Il latte scremato contiene meno vitamine del latte intero. Le vitamine liposolubili A, D ed E sono parzialmente perse durante la schiumatura, il che è sfavorevole perché la vitamina D è importante per l’incorporazione nelle ossa.

Sottile con latte? L’alto contenuto di calcio e proteine aiuta l’organismo a bruciare i grassi e inibisce la formazione di nuovi grassi. Inoltre, i pasti ad alto contenuto proteico sono una buona satira, aumentano il consumo energetico in combinazione con la costruzione muscolare e prevenire gli attacchi di fame calda, perché la glicemia rimane stabile più a lungo.

-Per un litro di latte, 500 litri di sangue devono fluire attraverso il tessuto ghiandolare della mammella della vacca, in modo da poter lavare un numero sufficiente di componenti del latte fino alla mammella e formare i componenti speciali del latte, le proteine del latte, il grasso e l’alimento del latte (lattosio).

-Oggi in Svizzera meno del 2% delle vacche viene munto a mano perché il processo è molto faticoso e lungo. Il metodo più comune è la mungitura con sistemi di mungitura o con un robot di mungitura, dove le vacche possono decidere da sole quando vogliono essere munte.

-Le persone con intolleranza al lattosio non possono digerire il lattosio perché le loro cellule mucose dell’intestino tenue producono lattasi poco o nulla e questo porta a processi di fermentazione nell’addome con flatulenza e diarrea.

-La popolazione dei paesi nordici tollera il lattosio più spesso dei loro vicini meridionali.

-Nel mondo, circa il 70% di tutte le persone sono intolleranti al lattosio. Mentre in Africa e Sudamerica la quota è limitata al 60%, nel Sudest asiatico e in Cina -raggiunge il 98%.

Fonti: Swissmilk.ch, K-Tipp (vitamine nel latte UHT), Centro di salute (intolleranza al lattosio), Landwirtschaft.ch (origine del latte)

Grazie a Mucca, voi e la vostra famiglia bevete ogni giorno latte fresco di vacche svizzere. Visitate oggi stesso il vostro contadino locale per una degustazione.

Con un abbonamento per il latte di 3, 6 o 12 mesi, il vostro latte non solo è più sano, ma grazie ai prezzi equi siamo anche un esempio contro lo sviluppo verso vacche ad alte prestazioni e il crescente utilizzo di mangimi concentrati.

Qui, potete vedere le fattorie che vendono latte.

Cosa rende unico il nostro latte
Bewerte diesen Beitrag